lunedì 24 aprile 2017

LISA GIORÈ “PARLO DI TE” È IL NUOVO SINGOLO ESTRATTO DALL’ALBUM “LE VIE DELL’INSONNIA”


La cantautrice senese descrive in musica l’iter evolutivo di una storia d’amore: dai primi passi fino alla trasformazione che accompagna i cambiamenti caratteriali dei due protagonisti.




Parlo di te” è la lucida analisi dell’evoluzione di una storia d’amore che è cambiata col tempo insieme alle persone che l’hanno vissuta e che attraversando la scoperta dei difetti dell’altro, le intemperanze caratteriali e tutto ciò che è accaduto negli anni, è maturata fino a diventare un rapporto solido e sereno.



Le vie dell’insonnia” è un album dall’identità musicale eclettica. Una radice pop-cantautorale sfiora in ogni brano rock ed elettronica, swing e folk. Si viaggia fra brani ritmati e pieni di cambi di tempo repentini a altri più eterei e sofisticati, senza perdere mai di vista il senso della melodia.


DICONO DI LEI

Incanto surreale e fantastico con il suo timbro di voce, per questo motivo si respirano ovunque tonalità e sapori di boschi e fiabeschi dipinti...” Red, Sound 36

Le vie dell’insonnia dunque, eccezion fatta per questo e pochi altri passaggi, non si vuole mescolare sugli scaffali dei tanti tutti uguali”. Luca Marsi, Full Song

"Un lavoro sentito e ricco di ispirazione.” Marco Vittoria, Vento Nuovo

"Lisa Giorè dalla sua ha l’incanto di chi conosce ciò di cui parla” Gianluca Clerici, Just Kids Magazine

"Piace al primo ascolto per la leggerezza nel trattare temi pesanti. È questo il segreto della musica pop, e la giovane Lisa Giorè, sembra averlo capito al primo disco. Vedremo in seguito …” Alligatore

"Voce sicura e duttile, testi solidi e intelligenti senza sbavature, musiche e arrangiamenti raffinati, il tutto arriva con naturalezza estrema benché non sia affatto immediato, easy listening per intenderci.” Shake, Grandi Palle di Fuoco

"La Giorè non sceglie mai cose scontate nè tantomeno scrive testi filiformi e snelli per una conversazione popolare: l’intimità e l’introspezione passa anche attraverso metafore e allegorie che delle volte sanno di epico e altre volte di “psichedelicamente” personali.” Exit Well

"È un esordio importante, questo ''Le vie dell'insonnia'', parecchio positivo sul piano musicale come su quello testuale: Lisa Giorè è una giovane promessa del cantautorato nostrano” Music Map

"Alla faccia dell’esordio! Mi sembra l’opera, il lavoro, e l’impegno di una cantautrice navigata ed esperta che ha tanto, ma tanto, da dire e, soprattutto da cantare!” Vanni Versini, Onda Musicale

"Un disco ispirato e sinceramente reale “. Box Musica

"Un album dall’anima eclettica; il pop e lo stile della cantautrice sposano in ogni traccia del disco il rock, con un occhio anche all’elettronica più d’avanguardia, poi a chiudere in originalità vi sono puntate allo swing e al folk. (…) Album consigliatissimo ma attenzione a non rimanerne stregati.” Quadri Project

"Un disco di musica leggera italiana, un lavoro squisito che sceglie con cura il target di pubblico adatto ad un simile ascolto.” Marco Vigliani, Sound Contest

"Un susseguirsi di canzoni ricercate sia a livello testuale, armonico e di arrangiamenti, una fatica che ha sicuramente dell’ottimo per essere un esordio”. Giovanni D’Iàpico, Audiofollia

"Lisa Giorè dimostra di avere le idee ben chiare e di avere tutte le capacità per realizzare le sue idee. Il risultato finale è una passeggiata su sentieri di erba alta a piedi scalzi: una sensazione di libertà contagiosa.” Viva Low Cost

"È un progetto molto ben curato, da cui traspare l’impegno e la passione per la musica della Giorè.” Marco Selvaggio, Musica intorno

"C'è una forte atmosfera creata da un intrigante intreccio di sonorità (quasi) acustiche leggere e delicate.” Clip Bands

"Un disco di matrice pop che sa spaziare dal folk, allo swing, all’elettronica e nel quale ogni brano è una storia a sé. Decisamente un lavoro degno di un orecchio sensibile e attento.” Cinzia Canali, Non Sense Mag

"Le vie dell’insonnia è un disco che vale la pena di ascoltare, ma non solo, è un disco con cui è molto facile fare amicizia e condividere momenti della quotidianità” Eleonora Montesanti, La Musica Rock


Etichetta: Volume! Discografia Moderna
Distribuzione: Boxtune/Believe Digital



BIO
Elisa Giorello, in arte Lisa Giorè, nasce a Siena nel 1986. Bassista per ripiego, cantante per ostinazione, cantautrice tardiva, è cresciuta immersa nella collezione di musicassette e cd della madre, sviluppando una precoce predilezione per i lavori di Alice, Franco Battiato e Matia Bazar. A quindici anni inizia a studiare musica partendo dalla chitarra, per poi scegliere il canto moderno come materia principale già l’anno seguente ed aggiungendo infine lo studio del basso elettrico dieci anni dopo, durante un momento di crisi personale in cui aveva deciso di abbandonare il canto. Scrive i primi inediti intorno al 2010, ma il progetto legato a questi si arena più volte fino ad essere abbandonato. Nel 2014, decisa a riprendere in mano i brani rimasti incompiuti, ricomincia la ricerca di musicisti disposti a collaborare, in seguito alla quale arriva l’incontro con il chitarrista Leonardo Montalbano, seguito dal batterista Nicolò Grascelli e da Debora Porciello, pianista e flautista con cui la cantante collaborava già da tre anni: nasce così La Fabbrica di Polvere, la band con cui il progetto di inediti riuscirà finalmente a trovare una concretizzazione. Dal 2016 in poi decide di presentarsi come solista utilizzando per la prima volta lo pseudonimo Lisa Giorè, pur continuando a collaborare in studio e nei live con i tre amici: a settembre è uscito il primo album le vie dell’insonnia, una raccolta di dieci brani che raccontano gli anni di un’evoluzione avvenuta attraverso turbolente tempeste cerebrali.


Contatti e social

Website: www.lisagiore.it
Facebook: facebook.com/lisagiore
Twitter: twitter.com/lisagiore



domenica 23 aprile 2017

I suggerimenti dei medici sulla sigaretta elettronica


Undici specialisti francesi, capeggiati dal professor Bertrand Dautzenberg, hanno scritto una lista di raccomandazioni sulle sigarette elettroniche, indirizzate agli altri medici. Lo scopo è di mettere a disposizione un supporto ai medici che rispondono alle domande dei pazienti e difatti i suggerimenti si adattano alle differenti situazioni che un medico si trova di fronte.

Il discorso è stato avanzato da un noto pneumologo e da altri professionisti nel 2016 ed è stato celebrato da un articolo su Revue des Maladie Respiratoires, che pubblica i dati dell’Associazione dei medici pneumologi francesi.

I suggerimenti in esso contenuti sono diversi, ma traggono origine da dei punti cardine. Innanzitutto, il fumatore che passa alla sigaretta elettronica, senza il supporto farmacologico, deve essere incoraggiato dal medico. Inoltre, la sigaretta elettronica è meno rischiosa del fumo di tabacco ed è quindi preferibile.

Una maggiore attenzione deve essere posta agli utilizzatori duali, che sono sempre a rischio di ritornare all’impiego unico del fumo di tabacco. A tali soggetti dovrebbe essere consigliato di incrementare la concentrazione di nicotina nei liquidi, oltre a mettere in evidenza la necessità di impiegare un aroma completamente soddisfacente.

È fondamentale che i fumatori ricevano informazioni dettagliate sulla sigaretta elettronica da parte dei medici. E i vecchi fumatori devono essere informati sul fatto che in caso di necessità, è meglio svapare che ricorrere all’uso del tabacco.

Anche gli svapatori che vogliono smettere devono farlo solo se non sussiste il rischio di riprendere a fumare e solo sotto controllo del medico.

Per le donne in gravidanza, smettere di fumare è una necessità medica. Anche se è meglio per loro tenersi lontane dall’utilizzo della nicotina. I medici francesi evidenziano che una fumatrice gravida che vuole passare alle sigarette elettroniche deve essere supportata.

La sigaretta elettronica elimina la tossicità del monossido di carbonio, che determina danni al feto ed è da preferire al fumo. A questi dati si aggiungono dei consigli per supportare i pazienti malati ai polmoni o al cuore prima delle operazioni. Per finire gli adolescenti che non fumano, non devono essere invogliati allo svapo secondo i medici francesi.

giovedì 20 aprile 2017

LA DIFFERENZA “TIRA A CAMPARE” È LA REINTERPRETAZIONE DELLA CELEBRE COVER DI E CON EDOARDO BENNATO CHE ANTICIPA L’USCITA DEL NUOVO ALBUM “IL TEMPO NON (D)ESISTE”



La band abruzzese, con alle spalle una solida esperienza forgiata da un’animata attività concertistica e da un ventaglio di risultati da classifica, propone la rivisitazione di un brano del ’74 che si adatta perfettamente a tematiche sociali di grande attualità.



Quando Edoardo Bennato scrisse “Tira a Campare” per Napoli le cose erano molto diverse. Ma le canzoni, quando sono importanti come questa, vivono di luce propria abbracciando altre storie e sfilandosi dalla narrazione originaria per poi sconfinare verso nuove malinconie senza chiedere permesso, prestando così la voce persino a chi al tempo della prima pubblicazione non era ancora nato.
Ed ecco come una dedica d’amore contrastato ad una città diventi la più attuale delle ferite, con una generazione in bilico tra la rabbia del dover andar via e la riflessione sul restare, la più impietosa possibile.
Quel “c’è ancora un po’ d’umanità” del finale del brano ora non potrebbe che esser letto con acuminata ironia, resta comunque il dubbio di un mondo che sente di non avere scelta, e che la vita, quella vera, sia necessariamente altrove, come chiosava qualcuno.




Lontani anni luce dall'emulazione rigorosa di repertori di big shots della musica italiana, i ragazzi de La Differenza si propongono con un live intenso e sorprendente, zeppo di materiale divulgato tra i '70 e gli inizi dal duemila, letto però con lo spirito di chi pubblica canzoni mai sentite prima.
Il loro album in uscita in maggio per Smr/Universal, “Il Tempo Non (D)Esiste”, prodotto da Stefano Severini & Raffaele Zaccagna, è così un richiamo allo splendore del repertorio meno noto di alcuni tra i più grandi artisti del periodo, una ricerca mai pedante ad uso delle nuove generazioni, seppur priva di compiacimento nostalgico.

Etichetta: Smr/Universal


BIO

La Differenza è al quinto album, la maggior parte dei quali pubblicati con Major Companies. Grande esperienza live anche al di fuori dei confini italiani e tanti risultati di classifica con alcuni singoli tratti dai loro precedenti lavori. La Differenza è stata seconda classificata a Sanremo Giovani nel 2005, esperienza interessante e molto particolare. Dal 2016 è tornata a collaborare con Stefano Severini, il produttore storico della band, nel progetto di divulgare in modo attuale composizioni di grandi artisti e materiale che sembra attualissimo malgrado gli anni. L’album di prossima pubblicazione per Smr/Universal, dal titolo Il Tempo Non (D) Esiste”, è appunto una finestra sullo splendore del repertorio meno noto di alcuni tra i più grandi artisti del panorama musicale italiano, un delicato lavoro di ricerca e approfondimento ad uso delle nuove generazioni, seppur privo di compiacimento nostalgico, che vede la partecipazione di artisti del calibro di Edoardo Bennato, Enrico Ruggeri, Ron, Eugenio Finardi, Alex Britti, Alberto Fortis, Omar Pedrini, Garbo e Tony Cicco della “Formula 3”. La band è composta da Fabio (voce, chitarra e piano), Jakka (tastiere e sequenze), Mattia (chitarre), Davide (batteria) e Francesco (basso). Fabio e Mattia dal 2009 sono componenti della Nazionale Italiana Cantanti.


Contatti e social












mercoledì 19 aprile 2017

MICHELE CRISTOFORETTI “L’ALBUM DELLE POSE” È IL NUOVO SINGOLO ESTRATTO DAL DISCO D’ESORDIO “MUOVITI”



Il timbro graffiante, che è ormai marchio di fabbrica del rocker trentino, si presta ora ad una canzone di intima profondità che celebra all’ennesima potenza il pop/rock melodico italiano.

Il racconto di quella serie di atteggiamenti assunti da una persona in un periodo rivoluzionario riguardante il proprio essere ed il mondo che lo circonda. Questo il leit motiv del nuovo pezzo di Michele Cristoforetti.

«Quando ho scritto quel primo verso non avrei mai immaginato di metterlo in musica (…) Avevo rotto il ghiaccio con me stesso, mi ero scoperto completamente, accendendo tutte le luci». Michele Cristoforetti





Le tematiche dell’amore, della dipendenza, dell’analisi sociale e personale e dello scorrere del tempo, fanno del nuovo album del musicista, un lavoro artistico maturo ed ideologicamente eclettico. Si passa infatti da momenti narrativi caratterizzati da uno sguardo più generalista ad angoli di intimità carichi di sentimento. A fare da culla sonora al tutto è quel pop/rock melodico italiano capace traghettare l’emotività di chi lo ascolta verso le stanze più recondite della propria sensibilità.

HANNO DETTO DI LUI

Tutto l'ascolto scivola con un piglio decisamente impegnato sul piano emotivo, un suono che tende a rendersi pulito e mai arrogante (…) “Muoviti” è un buon ascolto che racconta di se.” Paolo Tocco, Deapress

"
Un bel pop italiano dalla facciata mainstream con andamenti “cubani” e spiritualità rock da main stage con le chitarre firmate da un guru della scena italiana.” Box Musica

"Non possiamo non citare come prima cosa in un disco che si fa bello di pop nel più classico stile letterario italiano da anni e anni a questa parte. Elettronica quanto basta, quasi trasparente, un mood sincero di musica suonata e di chitarre che strizzano l’occhio a radici di rock…e, inaspettatamente, l’ascolto restituisce un sapore intimo e quasi solitario.” Loud Vision
"Da un passato consumato di band di provincia, tra cover di lusso di buon rock che ha fatto la storia di molti adolescenti degli anni '80, direi che il pop di Michele Cristoforetti oggi esce maturo e decisamente ricco.” Paolo Polidoro, Musicalnews


"Cristoforetti porta a casa un disco che di pop si nutre e di riflessioni personali – anche particolarmente profonde – si fa bello.”
 Alessio Primio, 100Decibel

"Michele Cristoforetti fa scorrere lungo lo stivale il suo morbido e intelligente pop d’autore.” Blog Della Musica

“Un album il cui percorso e la cui scrittura spiega e pieno quanto sia bello il concetto di umiltà, semplicità e onestà intellettuale”.
 Stefano Rossoni, Sound 36

"la musica di Michele Cristoforetti fa del pop con il cuore di chi non ha la presunzione di essere o di avere più di chissà chi…ed il gioco è fatto. Semplice, con i mezzi e con la pelle che si ritrova”. 
Marco Vittoria, Vento Nuovo

"Muoviti” è un lavoro parecchio ispirato, e una conferma è rinvenibile nei testi, vero punto di forza del disco, mentre le melodie accattivanti ma senza eccessi contribuiscono a farne un prodotto valido sotto tutti i punti di vista." Piergiuseppe Lippolis, Music Map

"Muoviti un disco che, nonostante la sua facciata patinata, rivela particolari di una personalità e un’umanità fragile, incerta e reale, come la voce non pulitissima e per niente neutra nella dizione che, in qualche modo, riesce ad affascinare. E poi c’è quel bellissimo e sottile velo di malinconia che mette in luce la sincerità di un musicista che parla al proprio pubblico prima come uomo e poi come personaggio di scena.” Alessandro Riva, Musicletter


Etichetta: Stivo Records
Management: Onda Musicale Promotion (www.ondamusicalepromotion.it)

BIO
Michele Cristoforetti si affaccia al mondo musicale nel 2005 quando inizia a suonare la chitarra nel garage di casa con un paio di amici. L'anno successivo forma una prima band formata da due chitarre, basso e batteria, che propone cover rock italiane.
Nel 2008 la band prende il nome Kascade e inizia a suonare in molti locali della provincia trentina, mettendosi in evidenza grazie alla buona tecnica ed ad una personalità distinta nelle interpretazioni. Nel frattempo la band cambia più volte il suo assetto, acquisendo una connotazione sempre più professionale e completa, e in questo periodo vengono sperimentate sonorità e idee rappresentative per la band. Inizia così il percorso solista di Michele Cristoforetti portando racconti di vita attraverso versi e melodie intimi ed intensi. Il 2013 è l'anno dell'ultimo lavoro come hard rock band, che peraltro ottiene un ottimo riscontro da parte della critica specialistica. Michele sente che è arrivato il momento di mettersi in prima persona per trasmettere i messaggi e le atmosfere con la massima personalità e coerenza artistica. Nasce quindi il "progetto musicale Michele Cristoforetti" che, grazie al sostegno di Onda Musicale, si affaccia al panorama musicale nazionale attraverso delle canzoni che riusciranno a catturare l'interesse e la curiosità di molti grazie a melodie accattivanti e a testi di notevole spessore. Nell'estate 2016 il brano "Sigaro Cubano" vede la preziosa collaborazione di Maurizio Solieri, chitarrista storico di Vasco Rossi. Solieri partecipa alla produzione del brano e compare nel videoclip di un vero e proprio "richiamo alla ricerca della felicità in elementi alla portata di mano". Segue, a fine anno, l'uscita di "Muoviti", disco d'esordio da solista, dal quale Cristoforetti estrae   i singoli “Il Mio Tempo”, “Sigaro Cubano”, “Capita che” e "L'Album delle Pose". Il ricavato della vendita di "Muoviti" viene devoluto ad Athena Onlus Trentino.



Contatti e social

mercoledì 12 aprile 2017

KrisEgocentrik, Arte e Moda si incontrano!

Opere d’arte in forma di t-shirt: KrisEgocentrik.

Le opere d'arte oggi le potete anche indossare!  E già... grazie alla nuova linea di t-shirt ideate e realizzate dal famoso brand KrisEgocentrik.

  Una vera e propria contaminazioni giocosa tra arte e moda, senza prendersi troppo sul serio e attingendo dagli archivi di svariati artisti.

Il tutto per condividerne immagini iconiche o anche poco note.

Semplicemente, una t-shirt. Bianca, 100%cotone... ma con una nota particolare:
la stampa su tessuto. Dipinti, grafiche, trasformati in pretesti fashion, per portarsi appresso, su un paio di jeans e nella frenesia di una qualunque giornata, la memoria di un’opera d’arte.

Le opere d'arte "rivisitate", " contemporaneizzate", rese più " attuali", per tutti coloro che desiderano distinguersi e personalizzare il proprio look nella vita di tutti i giorni.

Pronti allora ad arrichire i vostri armadi con la T-shirt La venere, di Botticelli completamente "rivisitata" e dotata di  corpetto e lingerie colore nero, forme affusolate e sensuali.
Una venere sexy di tutto rispetto e ammirazione creata per voi da KrisEgocentrik.

Oppure scegliete la t-shirt " La creazione di Adamo" di Michelangelo Buonarroti, con l'aggiunta di tatuaggi e simbolismi un pò provocatori... il tutto per renderla leggermente più Egocentrik!

Queste e molte altre t-shirt … per una collezione appena iniziata, ma che promette di crescere e accontentare innumerevoli art lover.



martedì 11 aprile 2017

“Unipro Academy la nuova piattaforma dove divertimento, istruzione e crescita professionale si uniscono e si ottengono con un semplice click”

Nasce UniPro Academy, una nuova e innovativa piattaforma digitale dedicata al mondo della formazione e alla diffusione del sapere. Una concreta opportunità per studiare e allo stesso tempo coltivare le proprie passioni.
Tante possibilità di apprendimento per studenti, liberi professionisti e semplici appassionati. Sono i punti di forza di Unipro Academy, un nuovo progetto nel settore della formazione professionale italiana. Chi ha già avuto modo di testare i primi corsi, forse con un leggero trasporto passionale, ha parlato di Unipro Academy come della “migliore risposta italiana alle piattaforme di video formazione cosi diffuse in America e nel mondo Anglosassone”. Strumenti che permettono a insegnanti e allievi d’incontrarsi, pur abitando a migliaia di chilometri di distanza.
“ Unipro Academy nasce nel corso degli ultimi mesi” afferma Francesco Sessa ceo e fondatore di Unipro “ nasce dall’esperienza formativa di Unione Professionisti e dalla passione per la formazione che da sempre ci caratterizza”.
Al centro del progetto troviamo l’esperienza, una qualità importante nel mondo del lavoro. Un esperienza che Unione Professionisti, azienda italiana affermata nel mondo della formazione a distanza per i professionisti dei settori tecnici, persegue oramai da diversi anni, e che ora ha deciso di portare nel nuovo progetto UniPro Academy.
L’approccio con cui UniPro Academy proporrà i suoi corsi online privilegerà la pratica alla nozionistica. I corsi on line sono proposti e gestiti da professionisti che quotidianamente si confrontano con le incognite e con i problemi del mondo del lavoro e non solo. La formazione online proposta da Unipro Academy riguarderà tematiche diverse, permettendo a chiunque di formarsi professionalmente, senza per questo essere costretto a rinunciare alle proprie passioni e curiosità.
Un unico grande “contenitore” digitale dove poter gestire in autonomia, senza limiti di interessi e di tempo la propria voglia di sapere.

Benedetto Motisi, Pierluigi Vitale, Cinzia di Martino, Paolo Pelloni, Marco Venturini, sono solo alcuni dei docenti che hanno messo e metteranno online, sulla piattaforma di Unipro Academy le loro video lezioni.

Alla base del progetto” continua Francesco Sessa “ troviamo sicuramente la convinzione che nella società della conoscenza in cui tutti noi viviamo, il mercato globale e lo sviluppo delle nuove tecnologie hanno imposto la diffusione in ambito lavorativo di standard professionali sempre più elevati. Standard che richiedono competenze e qualifiche lavorative sempre più specifiche. Non necessariamente legate ai classici profili professionali sia ben chiaro, ma piuttosto capaci di strizzare l’occhio alle novità e alla vere richieste che ogni giorno arrivano dalla società e dal mondo del lavoro. I nostri insegnanti” conclude il Ceo di Unipro Academy “sono dei veri esperti, in grado di garantire percorsi formativi efficaci, e dai contenuti subito spendibili. “

“Unipro Academy la nuova piattaforma dove divertimento, istruzione e crescita professionale si uniscono e si ottengono con un semplice click”


Unipro Academy la nuova piattaforma dove divertimento, istruzione e crescita professionale si uniscono e si ottengono con un semplice click” https://www.uniproacademy.com

domenica 9 aprile 2017

Dall’esperienza Gogen nasce Green Man Barber&Shop Salerno.

COMUNICATO STAMPA - SALERNO 13 APRILE 2017 INAUGURAZIONE SALONE GREEN MAN BARBER&SHOP Via Porta Elina 17/19 h 20:00
 COMUNICATO STAMPA - SALERNO 13 APRILE 2017 INAUGURAZIONE SALONE GREEN MAN BARBER&SHOP Via Porta Elina 17/19 h 20:00. Green Man Barber Shop: l’arte della barberia italiana strizza l’occhio alle nuove tendenze di taglio di barba e capelli.  

Obiettivo di Green Man Barber Shop e la cura a 360° del look maschile. Green Man è un barber shop, ma anche un punto di riferimento per tutto l’universo maschile, dove scoprire nuove tendenze in fatto di abbigliamento e accessori.
Il salone che verrà inaugurato giovedi 13 aprile a Salerno nei locali di via Porta Elina 17/19, vuole essere un punto di riferimento per tutta la città. “Un luogo dove i nostri barber, Salvatore Siani e il suo staff, si dedicheranno anima e corpo nel rendere unico e impeccabile lo stile e il mood di ogni salernitano”, sottolinea all’unisono il gruppo Green Man.
“Green Man è un progetto che si nutre di tradizione e innovazione allo stesso tempo” affermano Alessandro Abei, Marco Lamberti e Jerry Del Duca, fondatori del marchio, e Cristian Damiani, supervisor del brand e manager del primo salone romano.
“Green Man Barber&Shop è un salone da barbiere dove curare il proprio aspetto, una bottega artigiana dove la classica arte della barberia italiana strizza l’occhio alle nuove tendenze di taglio di barba e capelli, ma non solo. Il nostro progetto ha come obiettivo la cura a 360° del look maschile, per questo Green Man è un barber shop, ma anche un punto di riferimento per scoprire le nuove tendenze in fatto di abbigliamento e accessori.”
“La barba ha ri-conquistato in questi ultimi anni uno spazio importante nella psicologia e nell’eleganza della moda maschile” ci racconta Alessandro Abei. “La barba oggi può incorniciare uno sguardo, rendere più affascinante un sorriso, abbellisce e migliora il volto di uomo”.
Un miglioramento che può essere ottenuto grazie all’esperienza dei barber Green Man che con costanza e passione studiano ogni giorno per offrire ai propri clienti un servizio taglio barba capelli sospeso tra la tradizione della barberia italiana e le nuove tendenze in arrivo dal resto del mondo”.

COMUNICATO STAMPA - SALERNO 13 APRILE 2017 INAUGURAZIONE SALONE GREEN MAN BARBER&SHOP Via Porta Elina 17/19 h 20:00

Tradizione e innovazione, due concetti che ritroveremo anche nel corso della serata di giovedi 13 aprile, dove un mix di finger food e musica terrà a battesimo il nuovo salone da barber targato Green Man.


A partire dalle ore 20, subito dopo il taglio del nastro, il team di Green Man Salerno offrirà a tutti i presenti una ricercata degustazione di finger food mediterraneo, cucinato e preparato dalle sapienti mani degli amici di Scalo 43. Una serata in puro stile Green Man “impreziosita dal primo concerto degli Ad Rem, nuovo progetto musicale salernitano capitanato da Peppe Moscato.”

“Siamo davvero felici di portare il progetto Green Man anche nella città di Salerno” affermano Alessandro Abei, Marco Lamberti, Jerry Del Duca, e Cristian Damiani “dopo un anno di esperienza romana abbiamo pensato che fosse giunto il momento di tentare una nuova avventura nella città di Salerno”